Manutenzione impianti fognariPrivatiSpurghi

Acidi e prodotti chimici per sgorgare i tubi? Ecco i rischi

By 19 Marzo 2018 27 Marzo, 2020 2 Comments

tubi dei lavelli della cucina o dei sanitari del bagno possono intasarsi per l’accumulo di sporco e detriti. Lo scarico del lavandino del bagno solitamente si ostruisce per l’accumulo di capelli, cellule morte o residui di prodotti per l’igiene, come shampoo, saponi, gel, ecc. I lavelli della cucina invece possono ostruirsi a causa dell’accumulo di residui di detersivi per piatti o piccoli rifiuti alimentari.

I tubi intasati possono rallentare il defluire dell’acqua, con tutte le conseguenze negative per l’igiene e per la corretta efficienza della cucina e del bagno. Nei casi più gravi, quando si crea un vero e proprio blocco di residui e di rifiuti all’interno del tubo, il sistema è completamente ostruito e l’acqua non riesce neanche a passare.

Ricorrere ad un acido per sgorgare o ad un prodotto chimico è una delle soluzioni più frequenti, ma anche più sbagliate.

Disostruire i tubi con un acido per sgorgare: quali pericoli si corrono?

In un primo momento l’utilizzo di un acido per sgorgare potrebbe sembrare la soluzione più facile e più rapida, ma in realtà così facendo si corrono dei pericoli che a lungo andare possono risultare molto insidiosi. I prodotti chimici non sempre riescono a risolvere il problema, o comunque possono risultare efficienti solo se il blocco è di lieve entità. Proprio per questo motivo è meglio evitare una soluzione così drastica ed aggressiva.

I prodotti chimici inoltre contengono delle sostanze corrosive, che possono provocare reazioni molto pericolose per gli occhi e per la pelle, irritando le vie respiratorie. Un utilizzo prolungato di un acido per sgorgare inevitabilmente corrode le tubazioni, riducendone la durata e compromettendo il loro perfetto funzionamento. I prodotti chimici, oltre ad apportare danni alla salute umana ed a quella delle tubature, inquinano notevolmente l’ambiente rilasciando sostanze pericolose. In questi casi meglio affidarsi ad una ditta esperta e qualificata, che sa intervenire nella maniera più opportuna senza danni alle persone né all’ambiente circostante.

I prodotti da evitare

Gli sturalavandini chimici sono miscele chimiche inquinanti, che è preferibile non usare e non immettere nell’ambiente. Nei bagni e nelle altre zone della casa solitamente si usano deodoranti per ambiente.

Potrebbero sembrare prodotti innocui, ma in realtà contengono solventi potenzialmente nocivi, con conseguenze piuttosto serie per i soggetti che soffrono di asma, emicrania e bronchite.

Da mettere al bando anche detersivi disinfettanti ed antibatterici, poiché sono dannosi per l’ambiente, possono provocare resistenza nei batteri e secondo alcuni studi sarebbero addirittura controproducenti per le pulizie di casa.

2 Comments