AziendeCondominiManutenzione impianti fognari

Lavorazioni di manutenzione in alta quota

By 10 Febbraio 2020 27 Marzo, 2020 No Comments

Negli ultimi mesi le richieste di lavorazioni in alta quota si sono intensificate.

Proprio così: anche nel nostro settore di manutenzione impianti fognari, possono essere eseguite lavorazioni in quota.

Lavori in quota, cosa dice la legge: definizione

La normativa vigente in materia di sicurezza, ci offre un’importante definizione di lavori in quota, stabilendo che si intende: “un’attività lavorativa che espone il lavoratore al rischio di caduta da una quota posta ad altezza superiore a 2 m rispetto a un piano stabile”.

Alcuni esempi del nostro settore

Videoispezione alla colonna di esalazione

Il servizio in quota che eseguiamo più di frequente è rappresentato dalla videoispezione alla colonna di esalazione condominiale.

Di solito questo intervento viene effettuato per verificare eventuali problemi strutturali alla colonna di scarico di esalazione, in quanto spesso vengono avvertiti forti odori fognari

Quando gli odori fognari poi, vengono avvertiti ai piani alti dello stabile, una videoisopezione del condotto di esalazione è indispensabile.

In questo caso, parliamo di lavorazione in quota in quanto eseguita dall’alto, e spesso, dal tetto dell’edificio.

Pulizia dei pluviali o canali di gronda

La pulizia di pluviali ne è un altro esempio classico.

Con questa lavorazione si procede con la rimozione di corpi estranei e la pulizia completa dei canali di gronda per evitare infiltrazioni ed intasamenti.

Anche in questo caso, parliamo di lavorazione in quota in quanto eseguita dall’alto, e spesso, dal tetto dell’edificio.

La formazione necessaria

Per procedere con intervento di manutenzione in alta quota, è necessario che gli operatori interessati siano appositamente formati, ed abbiamo a disposizione l’attrezzatura specifica.

Un piccolo accenno alla responsabilità

Le leggi sono molto strette quando si parla, giustamente, di sicurezza dei lavoratori. Cosa molto importante infatti, è che le aziende si impegnino in tal senso, e si facciano portavoce di quanto la normativa richiede, anche nei confronti dei propri clienti.

Non è scontato che tutti gli interessati ne siano infatti informati.. ma la responsabilità in tema di sicurezza non è soltanto dell’impresa che esegue i lavori, non tutti sanno, che la responsabilità ricade anche sul committente.

Ecco perché, affidarsi ad imprese che rispettano la normativa, può evitare problemi, anche ai committenti!

EDR è attiva ed impegnata in prima linea nel rispetto delle normative sulla sicurezza, non solo per il benessere dei propri lavoratori ma anche per il benessere ed il rispetto, dei propri clienti!